|
|
|
|
|
|
utenti online: [41]
|
sabato 20 gennaio 2018
CHE COS'È L'OSP
STRUTTURA GESTIONALE
per Comune
per Istituzione Statale
per Istituzione non Statale
per Ordine e Grado
Scuole Serali
Scuole Carcerarie
Centri Territoriali
Accordo per l’accoglienza degli alunni stranieri
La scuola integra culture
Scopri la tua Isola, la guida alla scelta della scuola superiore del CPI
Diritto - Dovere
La scuola in cifre
Edifici Scolastici
Formaz. Ref. Scolastico
Orientamento
Qualifiche triennali IeFP
PUBBLICAZIONI
CENTRO PER L`IMPIEGO
PORTALE GIOVANI A PRATO
SERVIZI PER LA MOBILITÀ
PIN - UNIFI
RASSEGNA STAMPA
NEWSLETTER
LINK
RICERCA GEOGRAFICA DELLE SCUOLE NELLA PROVINCIA DI PRATO
clicca sulla mappa per visualizzare il dettaglio
Sei in: home   archivio primo piano   articolo in primo piano
09/09/2013 PRIMA CAMPANELLA PER LE SCUOLE SUPERIORI. DIECIMILA GLI STUDENTI, SI CONFERMA IL TREND DI CRESCITA. SEGNO PIÙ ANCHE PER GLI STRANIERI

Sta per squillare la prima campanella dell`anno scolastico 2013-2014 in tutte le scuole superiori della Provincia. Questa mattina la vice presidente della Provincia Ambra Giorgi, insieme a Paolo Sambo, ricercatore Asel che ha elaborato i numeri raccolti dall`Osservatorio scolastico provinciale sulle iscrizioni, ha illustrato i numeri della popolazione scolastica e l`attività dell`amministrazione provinciale.
“Superiori che sfiorano il traguardo dei diecimila iscritti e stranieri che crescono anche nel triennio, negli anni cioè ormai vicini al diploma. Si tratta di un segnale positivo a cui la Provincia ha dato il suo contributo con le politiche di integrazione”, ha detto Giorgi.
I numeri delle iscrizioni nei vari istituti come previsto ancora una volta registrano una crescita degli studenti, che arrivano a diecimila (9.997 per l`esattezza), 557 in più dell`anno passato. Il dato comprende i ben 2.417 ragazzi con giudizio sospeso (in maggioranza alunni del biennio) che proprio in questi giorni stanno sostenendo gli esami (24%, circa uno studente su quattro, negli istituti tecnici la percentuale di studenti in “sospeso” sfiora il 30%). In aumento anche gli studenti stranieri che sono quest`anno 1.621 (+342 unità rispetto all`anno scorso). Numeri consistenti, ma anch`essi previsti. I ragazzi che oggi siedono sui banchi delle superiori sono infatti gli stessi bambini che ieri facevano registrare una crescita costante nei cicli inferiori. I dati dell’Osservatorio scolastico provinciale evidenziano che il 22% degli studenti stranieri in prima superiore ha frequentato continuativamente la scuola pratese fin dalla materna e il 9% dal primo anno della primaria. Il 67% dei ragazzi nati a Prato o arrivati a Prato in età pre-scolare ha avuto un percorso di studi caratterizzato solo da esiti positivi, al contrario è in pari con gli studi solo il 15% dei ragazzi arrivati a Prato solo in età di scuola media.
Va detto poi che anche quest`anno la strategia di programmazione per ottimizzare dimensioni e efficienza delle scuole messa in atto dall`assessorato ha dato i suoi frutti. Quella della Provincia è una rete scolastica di qualità, un patrimonio prezioso perché la scuola è una delle prime priorità, su cui sono state fatte scelte lungimiranti.
Ed ecco i numeri. Dicevamo di una popolazione scolastica di circa diecimila studenti, compresi gli oltre 2.400 ragazzi che stanno affrontando gli esami di riparazione che quest`anno sono circa 700 in più dell`anno passato (erano 1.711 nel settembre 2012. L`incremento è in linea con il dato nazionale, ma deve comunque far riflettere.
CLASSI PRIME - Nelle prime si contano 2.772 alunni (in linea con l`anno scorso) suddivisi in 113 sezioni con una media di alunni per classe di 24,5. Le classi prime più numerose sono al Buzzi (27,1 alunni in media), seguito da Dagomari (25,9) e Datini (25,8). Rispetto allo scorso anno nelle prime sono attivate complessivamente 4 sezioni in più, 3 nei licei (da 49 a 52), 2 nei professionali (da 25 a 27) mentre i tecnici diminuiscono di una classe.
I DATI PER SCUOLA - Nell’area licei il Copernico riduce 3 sezioni (da 14 a 11 prime, di cui 7 allo scientifico e 4 al linguistico, erano rispettivamente 9 e 5), mentre aumentano gli altri istituti. In particolare il Livi fa 4 sezioni in più, di cui 2 all’artistico di Montemurlo (che passa da 4 a 6 prime) ed una ciascuna allo scientifico (da 3 a 4) e al linguistico (da 6 a 7) di via Marini. Aumentano di una classe anche il Rodari (da 10 a 11) e lo scientifico Gramsci-Keynes (da 5 a 6). Nonostante le tre classi prime in meno attivate l’istituto con più iscritti è il Copernico (1.564 unità). Quasi invariata invece la situazione negli istituti tecnici con il Buzzi che perde una classe passando da 17 a 16 (ma è l`istituto che ha più iscritti in prima, 434) e il Gramsci-Keynes che conferma le 7 sezioni dell’indirizzo amministrazione, finanza e marketing e le 4 sezioni dell’indirizzo geometri. Il Dagomari conferma le 7 classi dell’indirizzo tecnico commerciale, alle quali si sommano altrettante sezioni di professionale (l’economico turistico passa da 2 a 3 sezioni, quello dei servizi sociali da 3 a 4). Il Datini (che passa da 12 a 11 prime di alberghiero e conferma 2 classi di grafica) scende a 1.330 alunni contro i 1.716 di due anni fa. Il Dagomari da 589 arriva invece a 910 iscritti. Nell’area professionali il Marconi aumenta da 6 a 7 le classi prime (contro le 5 sezioni di due anni fa) e complessivamente gli iscritti sono 487 (più 15 alunni che stanno sostenendo l’esame integrativo). “Sul Marconi mi preme ricordare che la Provincia ha investito molto in questi anni, 700 mila euro nel 2005 per l`allestimento della nuova sede e quasi 20 mila euro negli ultimi anni per altre migliorie. Negli ultimi 3 anni l`unico laboratorio che abbiamo allestito, di chimica, l`ha avuto il Marconi – ha detto la vicepresidente – Questo perché lo consideriamo un`eccellenza pratese, una scuola efficiente, e Asel lo ha certificato due anni fa, i cui diplomati trovano subito un lavoro per di più coerente con il percorso di studi. Abbiamo fatto pressioni con Ministero e Regione perché sia valutato tutto ciò nonostante i numeri delle iscrizioni restino sotto i 500. Nel 2005/2006 il Marconi aveva 446 studenti e quest`anno 489”.
DIPLOMANDI – Nell’anno scolastico che sta per iniziare saranno 1.438 gli iscritti nelle classi quinte, di cui 709 nei licei, 417 nei tecnici e 312 nei professionali.
STUDENTI STRANIERI - Gli alunni di cittadinanza non italiana sono complessivamente 1.621, il 16% del totale (erano il 13% all’inizio dell’anno scorso) a fronte di una media nazionale del 6% e regionale del 10%. Quasi la metà degli alunni stranieri sono iscritti in prima (700, cioè il 43%), 413 sono in seconda, 236 in terza, 154 in quarta e 118 in quinta. E` importante sottolineare che l’incremento degli stranieri non è dovuto esclusivamente all`aumento degli studenti in prima (che pure passano da 583 a 700), anche gli iscritti al triennio aumentano da 384 a 508. La percentuale più elevata di alunni stranieri si registra negli istituti professionali (23%) e nei tecnici (21%), nei licei i non italiani sono invece il 10%. Il Dagomari si conferma la scuola a maggiore presenza straniera (52%), seguono Marconi (25%), Livi (20%), Gramsci-Keynes (20%) e Datini (17%). Anche in valore assoluto il Dagomari è la scuola con più stranieri (476 su 910 iscritti), seguito dal Datini (231). Nelle prime gli stranieri rappresentano il 25% (contro il 21% dello scorso anno). Dal secondo anno in poi, la percentuale diminuisce progressivamente: 18% in seconda, 13% in terza, 9% in quarta e 8% in quinta. Il tasso di conseguimento del diploma di scuola superiore è in crescita ma ancora inferiore al 50% (il30% tra i cinesi e il 58% tra gli studenti di altre cittadinanza), mentre quello di abbandono scolastico prematuro raggiunge il 45%. Ma anche il 17% dei ragazzi italiani abbandona.

Fonte: Provincia di Prato
Autore: MP
Ancora in crescita gli studenti, alle superiori altri mille nei prossimi cinque anni. L`abbandono scende al 17,8%
SAVE THE DATE - Giovedì 14 aprile 2016, ore 10 - Presentazione "La scuola pratese. Rapporto 2015"
Iscrizioni scuole superiori, ancora in lieve crescita gli studenti delle prime
Giorno della memoria, 600 fra studenti e insegnanti delle scuole superiori pratesi al Mandela Forum il 27 gennaio
Sito ottimizzato con risoluzione 1024 x 768 pixel - Internet Explorer 5.5™ o superiore.
OSP - Osservatorio Scolastico Provinciale di Prato - Palazzo Vestri - Piazza Duomo, 8 - 59100 PRATO
Tel: 0574.534749 Fax:0574.534281
  top